Pagina corrente: Home

Statistiche

Tot. visite contenuti : 285547

La prossima attività

Venerdì 20 Domenica 22 settembre - Escursioni nella zona del M. Bianco

 

 

Leggi tutto...

Login



CAI Bismantova
Messaggio
  • Direttiva EU e-Privacy

    Questo sito web usa i cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni. Usando il nostro sito accettate che questo tipo di cookie siano inseriti nel vostro apparato.

    Guarda i documenti della policy sulla Privacy

Venerdì 20 Domenica 22 settembre - Escursioni nella zona del M. Bianco PDF Stampa E-mail
Scritto da caibismantova   
Venerdì 27 Luglio 2018 12:59

 

 

 


 

MONT FORTIN E TETE ENTRE DEUX SAUTS

Monte Bianco  - Val Veny e Val Ferret

Venerdì 20 - Domenica 22 settembre

Due escursioni ad anello lungo le valli che costeggiano, sul versante italiano, il Monte Bianco: in Val Veny saliremo sul Mont Fortin (q. 2755 m.), mentre in Val Ferret andremo sulla Tete entre Deux Sauts (q. 2728 m.). Entrambe le cime consentono, con il bel tempo, uno straordinario panorama su tutto il versante italiano, dall’Aiguilles de Trelatete alla Cresta di Peuterey, dal Dente del Gigante alle Grandes Jorasses.

Venerdì 20: ritrovo con auto proprie presso il parcheggio del Supermercato Ariosto a Reggio Emilia alle 15.00. Prima di arrivare alla Locanda Belvedere, in località Planpincieux Val Ferret, ci fermeremo per la cena.

Sabato 21: Dopo la colazione, ci sposteremo in Val Veny, e lasceremo le auto a Plan de Lognan (q. 1667 m.). Costeggiando la Dora di Veny, si giunge all’imbocco del Lago di Combal (q. 1954 m.), per proseguire per poche decine di metri verso il Rifugio Elisabetta. Al bivio si imbocca sulla sinistra in salita il sentiero 9 verso l’Arp Vielle; giunti a quota 2227 mt lasciamo la traccia che si dirige verso il Col di Youla, per seguire a destra il segnavia che conduce, prima su erba, poi su sfasciumi, in cima al Mont Fortin (circa 3 ore dalla partenza). Dalla cima si mantiene inizialmente il filo di cresta che collega la vetta al Col de Chavannes (q. 2598 m. - segnavia 10), per poi scendere verso sud sul lato de La Thuile. Giunti al colle (4.15 ore), si scende verso la sottostante Val Veny (sentiero 11), in direzione del Rifugio Elisabetta, che peraltro non raggiungeremo, per proseguire lungo l’ampia sterrata che conduce al Lago di Combal (5.15 ore) ed infine al parcheggio (6.30 ore)

Tempo di percorrenza: circa 6 ore e trenta escluse soste

Difficoltà: EE (escursionisti esperti)

Dislivello: 1125 m. circa, in salita e discesa (compresi saliscendi)

Verso le 16.30 circa rientro alla Locanda, cena in ristorante da definire (magari a Courmayeur) e pernottamento

Domenica 22:  dopo la colazione, con breve tragitto in auto, raggiungeremo Lavachey (q. 1695 m.) e l’inizio del sentiero per il rifugio Bonatti. Lungo il sentiero 42 si seguono le indicazioni per il rifugio e per il Col Entre Deux Sauts (q. 2524 m.), risalendo il Vallone di Malatrà. Tralasciata la traccia che a sinistra conduce al Col de Malatrà, si risale la parte destra del vallone fino a raggiungere il Col Entre Deux Sauts (2.30 ore). Da qui si scende pochi metri verso la valle Arminaz, per piegare immediatamente verso destra seguendo una flebile traccia che porta in vetta (3.15 ore). Ridiscesi al colle lungo l’itinerario di salita, si perde quota fino a raggiungere la Comba d’Arminaz e successivamente i ruderi dello Tsa di Secheron (q. 2259 m. ore 4.30). Si continua in discesa, per arrivare al bivio che conduce al rifugio Bertone (q. 2017 m. ore 5.15), da dove seguiremo il segnavia 27, che evita il rifugio e permette di ricongiungersi al segnavia 42, che riporta al punto di partenza dell’itinerario (6.15 ore)

Tempo 6.15 ore circa escluso soste

Difficoltà: E (escursionistico)

Dislivello 1050 metri  circa, in salita e discesa

Verso le 16/16.30 partiremo dalla Val Ferret, con arrivo in Emilia in serata.

Abbigliamento  per  l’escursione: scarponi da escursionismo - pile o maglione - calzoni adeguati - giacca a vento – berretto di lana - occhiali da sole – guanti - borraccia - qualcosa da mangiare nello zaino – creme protettive – cerotti per vesciche - medicinali personali, tessera CAI. 

Materiali: eventualmente bastoncini da trekking.

Importante: Il programma descritto è di massima, e potrà subire delle variazioni, secondo il giudizio insindacabile del Direttore di escursione.

Pernottamento: sono state bloccate due quadruple alla Locanda Belvedere http://www.locandabelvederecourmayeur.com/camere (costo € 125 a notte per stanza, compresa la colazione), occorre dare risposta entro l’8 settembre.

Per  informazioni  ed  iscrizioni:

Cecchi Enrico 335 7509856

Ultimo aggiornamento Lunedì 02 Settembre 2019 15:16
 
SEO by Artio
Design by Next Level Design Lizenztyp CC